TARIFFE E SCONTI


Quanto costano i servizi di recupero dell’usura bancaria?

La preanalisi, ossia l’esame della documentazione raccolta per valutare la fattibilità del procedimento, è gratuita.

Il compenso per il servizio di recupero in senso stretto è rappresentato da una percentuale della somma recuperata dall’Istituto Bancario: tale percentuale viene concordata con il Cliente caso per caso.

Oltre a ciò esistono dei costi fissi, di seguito indicati, che abbiamo cercato di contenere al massimo.

a) Perizia Econometrica Asseverata (PEA):

Si tratta dello strumento ufficiale principale su cui basare la causa contro la Banca. Il prezzo varia in funzione della consistenza della pratica, secondo gli scaglioni indicati nella tabella seguente (il “Diritto Restitutorio” è l’importo di cui si chiede la restituzione alla banca, così come calcolato in sede di preanalisi gratuita).

DIRITTO RESTITUTORIO Prezzo PEA (IVA esclusa)
fino a  €   24.999,99 € 1.800,00
da € 25.000,00 a € 49.999,99 € 2.200,00
da € 50.000,00 a € 149.999,99 € 2.600,00
da € 150.000,00 a € 249.999,99 € 3.100,00
da € 250.000,00 su preventivo

ATTENZIONE: Perizia Gratuita? Con noi è possibile!

Se il Diritto Restitutorio (importo recuperabile) sul SINGOLO Strumento Bancario risulta MAGGIORE o UGUALE a 250.000,00 Euro, la PERIZIA ECONOMETRICA ASSEVERATA è in omaggio.

Inoltre, SOLO per recuperi su CONTI CORRENTI e DERIVATI, se il Diritto Restitutorio (importo recuperabile) sul singolo Strumento Bancario rientra nella fascia compresa tra i 150.000,00 e i 249.999,99 Euro, il Costo della PEA verrà SCONTATO DEL 50% (€ 1.550,00 anzichè € 3.100,00).

 

b) SPESE LEGALI: Si tratta delle spese da corrispondere all’Avvocato che seguirà la causa. L’importo è fisso e pari a € 900,00.

c) MEDIAZIONE: Si tratta del costo per sostenere la fase pre-giudiziale e oscilla tra i 70 e i 180€ a seconda del Tribunale.

d) BOLLI

e) CONTRIBUTO UNIFICATO: Solo nel caso in cui la fase di Mediazione non fosse andata a buon fine e si dovesse procedere con la fase Giudiziale, occorrerà versare questo contributo, il cui valore dipende dalla richiesta che si andrà a formulare nei confronti della Banca.

 

Poichè il nostro compenso viene conquistato sul campo (più ti facciamo recuperare, più noi guadagniamo) l’obiettivo di ridurre e contenere al massimo i costi fissi della pratica vuole essere da un lato prova di serietà da parte della nostra Azienda (non intendiamo lucrare su di essi) e dall’altro un incentivo a tutte quelle Aziende che ancora sono titubanti nel fare il primo passo verso il recupero di ciò che è loro di diritto.